Via G. Capelli, 12 - 20126 Milano

7 consigli per le donne in gravidanza

7 consigli per le donne in gravidanza

Tempo di lettura: 4 minuti

1) ALIMENTAZIONE

Per prima cosa è importante ricordare alla donna in dolce attesa che durante la gravidanza non bisogna mangiare per due ma mangiare due volte meglio. È necessario quindi che la dieta sia varia ed equilibrata, favorendo pasti piccoli e frequenti. È bene aumentare l’apporto di fibre (verdura, cereali integrali, legumi) e di acqua.
Questi consigli oltre ad essere utili per la salute della mamma e del nascituro sono importanti perché possono ridurre le manifestazioni di alcuni disturbi molto frequenti in gravidanza come il reflusso gastro-esofageo e la stipsi.
Per qualunque dubbio o esigenza nutrizionale (dieta vegetariana/vegana, diabete) ricordiamo che ci si può affidare a professionisti della nutrizione specializzati nella gravidanza.

2) SPORT

In una gravidanza fisiologica e senza fattori di rischio è buona cosa tenersi in movimento. Vanno bene tutti gli sport fatto ad eccezione quelli ad alto rischio di caduta o che implicano contatti corpo a corpo. Sono sconsigliate attività che prevedono corse, salti e sollevamenti di pesi eccessivi, poiché possono aumentare le contrazioni uterine e predisporre a problematiche del pavimento pelvico come l’incontinenza urinaria da sforzo. Gli sport più consigliati sono nuoto, pilates, yoga e semplici camminate.
L’attività fisica è raccomandata per tutte le donne in gravidanza e risulta essere fondamentale per alcune patologie come il diabete gestazionale e l’ipertensione moderata.

3) PRESERVARE LA SCHIENA

In gravidanza è utile avere cura e preservare la propria schiena. Ecco alcuni consigli da applicare nella propria quotidianità.

  • Se dovete sollevare pesi bisogna abbassarsi piegando le gambe e non la schiena.
  • Quando si è sedute sul divano o su una sedia evitare di accavallare le gambe e di reclinarsi troppo indietro con il busto. Si consiglia di stare bene erette con la schiena e con le gambe leggermente divaricate o piuttosto a gambe incrociate (posizione del loto) è utile inoltre usare un cuscino come supporto.
  • Prestare attenzione ai movimenti di torsione cercando di non effettuarli in modo brusco e improvviso.
  • Durante il riposo una posizione consigliata per scaricare la schiena dal peso della pancia è quella in decubito laterale ovvero sdraiate sul fianco, può essere di aiuto posizionare un cuscino tra le ginocchia.

4) ATTENZIONE ALLA POSIZIONE SUPINA

Può capitare, soprattutto durante l’ultimo trimestre di gravidanza, che la donna in posizione supina (sdraiata a pancia in su) lamenti spiacevoli sensazioni quali mancamento, giramenti di testa, sudorazione improvvisa. Questi sintomi non devono destare particolare allarmismo infatti passeranno non appena la donna cambierà posizione. È bene quindi che la gestante eviti di mantenere a lungo la posizione supina poiché il peso dell’utero gravido potrebbe aumentare la pressione sulla vena cava inferiore sottostante causando i sintomi sopra descritti.

5) PRESSIONE

Durante la gravidanza è bene tenere controllati i valori pressori. Una delle principali complicanze della gestazione è l’ipertensione gravidica, che se non riconosciuta può avere effetti negativi sulla salute della mamma e del feto. I valori pressori devono rimanere sotto i 140 mmHg per la massima e sotto i 90 mmHg per la minima. Da ricordare che la misurazione deve essere effettuata a riposo e non dopo sforzi fisici e/o particolari stress. In caso di valori elevati contattare al più presto il ginecologo di riferimento o recarsi in pronto soccorso.

6) UTILIZZO DI FARMACI

È noto che in gravidanza l’utilizzo di farmaci è limitato. È meno noto ma utile sapere che esiste un numero verde attivo 24h su 24 da poter contattare in caso di dubbi e perplessità: 800.883300.

7) ASCOLTARE IL PROPRIO CORPO

In gravidanza i cambiamenti ormonali e fisici (peso extra) possono influire sui ritmi della donna, la quale avvertirà maggiore necessità di riposo. È bene quindi che la gestante assecondi il più possibile il suo corpo riposando quando esso lo richiede.
Rallentare i ritmi, concedersi i propri tempi e spazi può aiutare la donna ad arrivare al momento della nascita con un atteggiamento più sereno e fiducioso.

Richiedi un appuntamento

Hai bisogno di un trattamento osteopatico? Compila il form e ti ricontatteremo il prima possibile!


    Privacy (richiesto)
    Inviando il presente modulo di contatto acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi della legge n. 196/2003. Informativa ex art.10 legge n. 196/2003. Per ulteriori informazioni, clicca qui

    Top