Via G. Capelli, 12 - 20126 Milano

L’esercizio fisico in gravidanza

L’esercizio fisico in gravidanza

Tempo di lettura: 4 minuti

Durante le nostre visite al Centro di Medicina Osteopatica incoraggiamo sempre i pazienti a farci domande e condividerci dubbi e preoccupazioni sul loro stato di salute. Non a caso, la comunicazione con il paziente è uno degli elementi fondamentali del processo terapeutico. Anzi, per certi aspetti, potremmo addirittura dire che una buona comunicazione paziente-terapista è tanto importante quanto il trattamento vero e proprio.

Proprio per questa nostra politica nella gestione dei pazienti, non di rado ci capita di ricevere domande interessanti da alcune pazienti alla loro prima gravidanza. Molte di queste domande riguardano per esempio l’esercizio fisico: “Durante la gravidanza posso fare attività sportiva, o è meglio se rimango a riposo? Non vorrei che questo possa peggiorare il mio stato di salute”.

Ovviamente la nostra risposta si basa su quanto ci dicono i numerosi studi scientifici in materia. Innanzitutto l’esercizio fisico deve essere svolto in assenza di specifiche controindicazioni (valutate assieme al medico di riferimento) ed in sicurezza, sia per la mamma, che per il feto. A tal proposito, alcune linee guida suggeriscono di evitare l’esercizio in ambienti con clima molto caldo o umido, oppure le attività che richiedono l’utilizzo di uno sforzo fisico molto importante.
Una volta tenuto conto di questi importanti fattori, l’attività fisica porta un sostanziale miglioramento dello stato di salute e può ridurre il rischio di sviluppare alcune problematiche come:

  • diabete mellito gestazionale;
  • ipertensione gestazionale;
  • pre-eclampsia;
  • aumento eccessivo del peso e depressione.

Pertanto, possiamo dire che lo stile di vita sedentario, specie durante la gravidanza, non solo è sconsigliabile, ma addirittura è potenzialmente nocivo.
Inoltre, non ci sono dati rilevanti che associano l’attività fisica ad aborto, gravidanza pretermine, o deficit di sviluppo fetale.

Un’altra domanda relativa all’attività sportiva può essere: “Per quante ore è meglio fare movimento? Quanti giorni alla settimana”.
Per rispondere prendiamo a supporto delle recentissime linee guida, che ci dicono che una donna in gravidanza dovrebbe svolgere ogni settimana almeno un totale di 150 minuti di attività, suddivisi su tre o più giorni.

Insomma, l’attività fisica è un nostro validissimo alleato per supportare la salute della paziente durante la gravidanza.

Richiedi un appuntamento

Hai bisogno di un trattamento osteopatico? Compila il form e prenota con pochi click!




Privacy (richiesto)
Inviando il presente modulo di contatto acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi della legge n. 196/2003. Informativa ex art.10 legge n. 196/2003. Per ulteriori informazioni, clicca qui

Top