Via G. Capelli, 12 - 20126 Milano

L’Osteopatia e l’otite pediatrica

L’Osteopatia e l’otite pediatrica

Tempo di lettura: 3 minuti

L’otite è una delle problematiche più diffuse in ambito pediatrico. Pare che addirittura, entro i primi 2 anni di vita, il 90% dei bambini abbia avuto almeno un episodio di otite. Durante questi episodi il bambino comunica il suo disagio tramite il cosiddetto pianto inconsolabile, con conseguenti ripercussioni negative anche sul benessere dei genitori.

Tuttavia, pare che l’incidenza di questo disturbo diminuisca notevolmente con il progredire della crescita del bambino. Probabilmente questo è dovuto alla conformazione stessa del cranio. Infatti alcuni studi hanno mostrato come specifiche strutture anatomiche che permettono il drenaggio dell’orecchio subiscano delle vere e proprie trasformazioni fra l’età adulta e quella pediatrica. Il processo di crescita del bambino modifica l’orecchio interno, rendendolo più efficiente e meno soggetto ad infiammazioni.

Normalmente, il trattamento di queste problematiche richiede un approccio farmacologico, tuttavia alcuni studi evidenziano casi in cui questa strategia può avere degli effetti avversi e peggiorare ulteriormente il quadro clinico.

Proprio per questo, alcuni studi hanno analizzato il ruolo del trattamento osteopatico nella gestione di questo disturbo. Durante la prima visita, l’osteopata esegue una dettagliata valutazione palpatoria del bambino per individuare le disfunzioni primarie del caso. Generalmente le tecniche che vengono eseguite prevedono un contatto molto leggero a livello dell’area cranica e cervicale per favorire il drenaggio dell’orecchio stesso e un rilascio degli elementi disfunzionali coinvolti in questo disturbo. Molto spesso i bambini palesano subito dopo l’inizio della terapia una sensazione di rilassamento e riduzione del pianto.

La collaborazione dei genitori, specie in questo caso è fondamentale, sia per aiutare l’osteopata stesso durante la visita, tranquillizzando il bambino, sia nel fornire informazioni utili a comprendere l’evoluzione del caso fra un trattamento e l’altro.

In diversi casi sono proprio i pediatri a consigliare ai genitori di sottoporre il proprio figlio al consulto osteopatico. Questo non solo in occasione di episodi di otite, ma anche e soprattutto a scopo preventivo, in modo da ridurre la possibilità che alcune disfunzioni possano palesarsi e favorire l’insorgere di disturbi a livello dell’orecchio.

Richiedi un appuntamento

Hai bisogno di un trattamento osteopatico? Compila il form e prenota con pochi click!




Privacy (richiesto)
Inviando il presente modulo di contatto acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi della legge n. 196/2003. Informativa ex art.10 legge n. 196/2003. Per ulteriori informazioni, clicca qui

Top