Via G. Capelli, 12 - 20126 Milano

Cause e rimedi della fascite plantare

Cause e rimedi della fascite plantare

Tempo di lettura: 2 minuti

Il dolore localizzato sulla superficie plantare del piede, o fascite plantare, è un disturbo molto diffuso in soggetti che sottopongono il piede a continue sollecitazioni durante l’attività sportiva o per via di particolari calzature, come tacchi alti o scarpe antinfortunistiche. Non di rado questo disturbo di può associare ad un’alterazione ossea del piede, detta sperone calcaneare. Si tratta infatti di una piccola protuberanza ossea che spesso si sviluppa nella parte posteriore ed inferiore del piede e che può essere presente in quasi due persone su tre con fascite plantare.

Questo fenomeno si sviluppa con maggiore incidenza nei soggetti obesi, diabetici o con fenomeni artrosici diffusi a livello della caviglia e delle ossa del piede. Eppure non ci sono forti evidenze che dimostrino come obesità, diabete ed artrosi possano essere chiaramente la causa dello sviluppo dello sperone calcaneare.

Nella maggior parte dei casi, a differenza di quanto si potrebbe pensare, lo sperone calcaneare non rappresenta la causa della fascite plantare. Infatti, esistono moltissimi casi in cui il soggetto sviluppa uno sperone calcaneare senza venirne mai a conoscenza. Pertanto, ciò che accade è che la fascite plantare venga causata dalla presenza di processi infiammatori e che lo sperone calcaneare abbia il ruolo di fattore aggravante, creando maggiore tensione sulla superficie plantare del piede.

In alcuni casi la sintomatologia può migliorare semplicemente grazie a tecniche di rilascio della muscolatura e delle fasce della parte inferiore del piede. Tuttavia, in alcuni casi in cui le terapie conservative non producono effetti soddisfacenti, l’approccio chirurgico sembra essere maggiormente risolutivo.

Recenti evidenze indicano che un ulteriore fattore che potrebbe favorire lo sviluppo di fascite plantare potrebbe essere la presenza di alterazioni posturali del soggetto. Pertanto il consulto ortopedico è in grado di produrre una valutazione posturale dettagliata ed eventualmente proporre l’utilizzo di plantari personalizzati.

In conclusione possiamo dire che lo sperone calcaneare non è affatto un fenomeno di cui preoccuparsi o per cui risulta essere fondamentale la rimozione chirurgica e il ricorso a lunghi percorsi riabilitativi. Ovviamente in caso di fascite plantare è molto importante che si imposti rapidamente un piano terapeutico per la gestione della fase acuta. Tuttavia, è anche importante agire in modo preventivo tramite tecniche manuali di mobilizzazione del piede e di rilascio della fascia plantare tramite per esempio la terapia osteopatica.

Richiedi un appuntamento

Hai bisogno di un trattamento osteopatico? Compila il form e ti ricontatteremo il prima possibile!


    Privacy (richiesto)
    Inviando il presente modulo di contatto acconsento al trattamento dei dati personali ai sensi della legge n. 196/2003. Informativa ex art.10 legge n. 196/2003. Per ulteriori informazioni, clicca qui

    Top